loading spinner

Stilografica : La scelta del pennino

“La scrittura esala il profumo dell’inchiostro e dipinge la voce. Neri segni alfabetici si susseguono e prendono forma di sentimenti e paesaggi. Sono soltanto tre dita che scrivono, ma è tutto il corpo che viene impegnato: recita il detto dei monaci cassinesi, che conoscevano bene il mestiere dell’amanuense. La scrittura è musica. La musica è prodotta dallo strumento pennino, dalle vibrazioni delle parole che rompono il silenzio.
Scrivere è un piacere in via di estinzione. Forse è proprio per questo che, chi utilizza la stilografica, è sempre più esigente perché sollecitato non solo dal bisogno di scrivere ma anche, e soprattutto, dal desiderio di avere uno “strumento perfetto per scrivere".

Prendo spunto da un articolo scritto dall’amico Nino Dolfo, per il catalogo della “Mostra mercato della Stilografica“ che organizzai tanto tempo fa a Brescia ( era il 1996), per parlare della scelta del pennino.
Seguendo queste esigenze particolari, a volte uniche, ho capito quanto sia diverso il modo di scrivere da persona a persona e quanto diversa sia la performance della stessa penna impugnata da mani diverse.

Esistono diverse tipologie di pennino ma iniziamo col definirne la dimensione del tratto:

  • EF , extra fine; diametro della sfera di iridio, indicativamente, 0,3 mm
  • F; fine; diametro della sfera di iridio, indicativamente, 0,5 mm
  • MF, medio fine
  • M, medio; diametro della sfera di iridio, indicativamente, 0,7 mm
  • B, Broad; diametro della sfera di iridio, indicativamente, 0,9 mm
  • BB doppio broad
  • BBB triplo broad
  • Italico (taglio piatto) 1,1
  • Italico 1,5
  • Italico 1,9 ( ci sono anche più larghi ma qui parliamo di calligrafia pura)

I pennini dal Ef al B solitamente, presentano una sezione tonda della sfera di iridio, (anche se questo non vale al 100% per il Broad. Ogni produttore ha il suo broad….) mentre i BB e i più larghi hanno , spesso, punte tendenzialmente piatte con angoli smussati. I pennini italici, invece, hanno una vera vocazione calligrafica. Le punte sono più “affilate” e la larghezza, quindi l’abbondanza del tratto, richiede una mano esperta.

Pennini Sailor.

Le tecniche utilizzate dal maestro Nagahara sono davvero esclusive e le sue realizzazioni sono in alcuni casi uniche in termini di forma e performance d'uso, come la realizzazione di un modello che può scrivere a 360° o come quello extra largo ottenuto dall’incrocio di due diversi pennini (Cross point). La scrittura prodotta da questa punta è morbida, piacevole, larga come quella di un marcatore. Poi esistono pennini speciali , sempre di Sailor che, con l’esperienza e la passione di Mr Nagahara, aggiunge 3 tipologie nella versione standard:

  • MS music,
  • Z: zoom dalla scrittura piuttosto larga ed il leggendario
  • Saibi togi , un super extrafine dove le punte del pennino sono rettificate e riducono il diametro della punta fino a 0,1 mm. La costruzione speciale di questo pennino consente un flusso di inchiostro costante e una scrittura ultra uniforme. Ma questo vale per tutti i pennini Sailor.


In aggiunta a questi, Mr Nagahara per Sailor, si è inventato pennini insoliti come:

  • Naginata togi dove la forma allungata della sfera di iridio permette molteplici tipologie di tratto ( lo stesso pennino può essere, ad esempio extrafine e largo solo inclinando diversamente il pennino sulla carta )
  • Naginata Fude De Mannen con la punta piegata verso l’alto
  • Naginata Concord con la punta piegata verso il basso
  • Naginata Cross Point: due lamine d’oro di 21 Kt sono accoppiate, una sopra l’altra, in modo tale che il pennino abbia 4 punte, due in più del solito. Puoi ben capire che in questo modo la varietà di sfumature della scrittura raggiunge orizzonti inimmaginabili.
  • Naginata King Eagle e king Kobra dove le lamine sovrapposte sono addirittura tre ( al momento non disponibili)
  • Naginata Cross Concord : come il concord ma con due lamine sovrapposte.


La molteplice offerta potrebbe spaventare ma, a parte esigenze particolari come la voglia di divertirsi a firmare o per scrivere in calligrafica, quelli che si usano maggiormente sono i pennini a punta tonda dal EF al M a volte il B.
Nella cartella a fianco riporto un esempio di come si potrebbe scrivere con una particolare punta ma, c’è sempre un ma. Tutto dipende da una somma di variabili:

  • Pennino in acciaio o in oro. Per di più il pennino in oro può essere: 14;18 o 21 karati con diverse flessibilità.
    Il produttore del pennino può variare la sezione della punta a suo piacere seguendo una sua filosofia. Ad esempio i pennini del sol levante sono decisamente più sottili degli omonimi europei. Quelli americani più rigidi ecc. ecc.
  • Penna leggera o pesante
  • Mano leggera o pesante
  • inchiostro usato; soprattutto il colore fa la differenza ma anche la densità e la freschezza contano

COME FARE?

Soprattutto, nella scelta della prima penna, si deve considerare che un pennino fine scriverà sempre più grosso della penna a sfera punta media usata solitamente. Quindi non lasciatevi ingannare dal detto “In medio stat virtus”, chiedete di poter scrivere poche righe prima di acquistare la vs prima penna e fatevi consigliare dal professionista.

Alcune precisazioni:
a parità di punta: EF o F o M ecc., un pennino di grandi dimensioni avrà un tratto più abbondante rispetto ad un pennino di pari marca e foggia ma più piccolo
a volte la scelta del produttore di avere un flusso abbondante o più definito, determina un tratto sensibilmente diverso da marca a marca ( vedi Sailor rispetto a Montblanc ad esempio.)
eseguire la prova intingendo il pennino falsa il tratto che può risultare più abbondante rispetto alla penna caricata
Usare la stessa carta come riferimento per non a aggiungere un’altra variabile che conta
Il negoziante premuroso e professionale vi seguirà, di buon grado, nella scelta migliore considerando il vs modo di scrivere e per le vs personali esigenze.

"Nib Fitting"

Un servizio importante, spesso sottovalutato, offerto da Maurizio Abrami è l'adattamento del pennino una volta effettuata la scelta della penna. Se è indispensabile valutare la gradazione del pennino lo è ancora di più "settare" il pennino per l'unicità della mano che lo userà.

Scopri il servizio di Adattamento del Pennino

Personalizzazione

Il negozio offre un servizio di personalizzazione espressa: si può ritirare il prodotto personalizzato in giornata e, a volte, anche dopo pochi minuti. La personalizzazione può essere effettuata sia sulle penne che sulla piccola pelletteria.

Scopri il servizio di Incisione Personalizzata

Riparazione e assistenza post vendita

Maurizio Abrami è in grado di riparare sia penne nuove che antiche e si è specializzato, in più di trent’anni di esperienza, a sistemare, calibrare, rettificare i pennini delle stilografiche.

Riparazione Penna Waterman Etalon

Riparazione Pennino Montblanc Solitaire 146 Vermeille